Mussolini e il suo doppio. I diari svelati

24.jpg
Dalla morte del duce fino ai nostri giorni, a intervalli più o meno lunghi, viene pubblicata la notizia-scoop del ritrovamento di diari attribuibili a Mussolini che vengono regolarmente smascherati come falsi. Ogni volta la notizia provoca comunque interesse e appassionata curiosità e questo è certamente il segno del bisogno collettivo di capire la psicologia di un uomo che è stato il protagonista assoluto di una lunga pagina, la più drammatica, dolorosa e incomprensibile della nostra storia. L’ultima clamorosa scoperta dei presunti diari di Mussolini è avvenuta nel 2010 e ne è seguita, dopo dibattiti e scontri tra chi li riteneva autentici e chi falsi, la pubblicazione delle cinque agende del duce. È stato poi definito che le agende erano state scritte da due falsarie, madre e figlia vissute nel ventennio fascista e ormai scomparse, già processate e condannate alla fine degli anni Cinquanta, per lo stesso reato di falso e truffa. Al di là dei fatti, ci si domanda come sia stato possibile, da parte delle due donne, scrivere centinaia di pagine imitando perfettamente la grafia del duce. Questa capacità va oltre ad una consapevole imitazione e fa pensare ad una totale identificazione, o piuttosto ad una idealizzazione. Le autrici del falso sembrano andare nettamente oltre l’imitazione di una pura forma e ci rivelano un elevato grado di introiezione non solo del modello, ma quasi della personalità di Mussolini e l’idealizzazione del loro “duce” sia sul piano ideologico, sia sul piano affettivo, ha permesso di riprodurne con assoluta spontaneità la scrittura. La seconda parte del libro è un’accertamento grafico-grafologico che dimostra la compatibilità tra i falsi diari e la mano di una delle due falsarie fatto sugli atti del processo alle due donne ed è completo di testimonianze, memoriali e particolari inediti e significativi.
Vota
0 vota
Favoriti:
0

Dettagli della scheda libro

Isbn
9788863210361
Autore
Nicole Ciccolo, Elena Manetti
Anno di Pubblicazione
2012
Numero Pagine
176
Formato
160 × 240
Bio autore
Elena Manetti, diplomata a Parigi presso la Société Française de Graphologie, è fondatrice e presidente onorario di Arigrafmilano (Associazione di Ricerca Grafologica) e direttore responsabile della rivista scientifica specializzata Stilus, percorsi di comunicazione scritta. Già presidente AGP (Associazione Grafologi Professionisti). Tra le pubblicazioni: Espressione della musica e della grafia nel barocco italiano (Giuffrè, 1997), La personalità di Ruggero Giovannelli dall’esame grafologico di un diario sistino (Fondazione Giovanni Pierluigi da Paletrina, 1998), coautrice di Identità, scrittura e segni (CE.DI.S. 2005), La nostra scrittura, un test per riconoscersi (Sovera, 2010), Scrivere e narrare di sé (Biblioteca d’Orfeo, 2011), Scripta et Sona, storia della scrittura e della semiografia musicale in Italia (Pioda, 2008). È condirettore didattico del Master in grafocounseling della scuola di psicoterapia ASPIC.
Bio autore
Nicole Ciccolo è consulente grafologa operante in sede civile e penale presso il Tribunale di Bologna. Ha acquisto specifica esperienza nelle indagini grafologiche collegate al contenzioso bancario nella giurisdizione civile e penale, in veste di Perito o Consulente Tecnico di Ufficio e in veste di Consulente Tecnico di Parte privata o del P.M. Dal 2000 opera quale Consulente Tecnico del P.M. su incarico della Procura della Repubblica di Bologna, Modena, Forlì, Reggio Emilia, Prato, Ferrara, Fermo, Bolzano, Trento, Padova, Verona e Venezia. Fra gli anni 2004-2005, su incarico de L’ESPRESSO, in collaborazione con il prof. Roberto Travaglini (grafologo giudiziario) ha svolto le indagini grafologiche sui presunti Diari di Mussolini.
Prezzo
23.00
Dove acquistare

logo-amazon

Ebook

-

Cerca un libro