Oltre le barriere

locandina oltre le barriere«Se ascoltiamo davvero possiamo scoprire che non c’è notte tanto buia nella quale non brilli un piccola stella lontana...» questo forse è il principale messaggio di “Oltre le barriere”, Pioda editore, libro che sarà presentato a Roma, domenica 30 novembre, alle ore 17.00, nella sala convegni dei Cappuccini in via Veneto 21. Il dibattito sarà accompagnato da brani musicali dal vivo e brevi letture. Il libro nasce da un viaggio generoso nelle periferie esistenziali... i numerosi contributi e le testimonianze formano un interessante mosaico interdisciplinare ed offrono una pluralità di punti di vista sulla “disabilità”, intesa come condizione nella quale ciascuno di noi può venirsi a trovare in una società che tende ad emarginare i più vulnerabili... come i vecchi, i poveri, i malati e i bambini.

 

Vai alla scheda del libro


Attraversando le fragilità e le sofferenze umane, il libro Oltre le barriere compie un viaggio coraggioso, dando voce a quelle persone che “troppe volte diventano invisibili ed abitano periferie esistenziali nelle quali rischiano di rimanere ingabbiati”. Dalle interessanti riflessioni e dalle toccanti testimonianze raccolte nel volume emerge come la diversità, la varietà, in una nuova logica di relazione e di incontro, si riveli quale ricchezza e opportunità per tutti.
Da questa presa di coscienza parte il progetto Oltre le barriere e si aprono i percorsi di inclusione sociale promossi dalla comunità parrocchiale di San Felice da Cantalice di Roma. I cristiani da oltre duemila anni sanno che non ci sono barriere invalicabili dal momento che Cristo ha abbattuto il muro di separazione tra noi e Dio (Ef 2,13-18).

✠ Giuseppe Marciante
Vescovo Ausiliare di Roma


 

Oltre le barriere tesse una fitta rete di riflessioni e conoscenze, esperienze e competenze, insegnamenti e testimonianze, intrecciando in un’unica trama percorsi di fede e impegno laico, relazioni private ed esperienze comunitarie, alternando il linguaggio della didattica a quello della ricerca filosofica, il racconto alla poesia. Ed è così che ciascun contributo, offrendosi come un tassello alla composizione di un variegato mosaico, diviene parte di un progetto che non ha niente di ideologico, ma nasce dalla esperienza quotidiana di noi tutti che abbiamo a che fare col disagio: quello di trasformare la fragilità, nelle tante sue forme cui siamo esposti, da condizione ineffabile di sofferenza, che genera isolamento ed emarginazione, ad occasione di autentica relazione e comunicazione, che esige, e però anche insegna, accoglienza ed empatia, e a ciascuno di noi restituisce, sempre, molto più di ciò che ha speso.

Alida Montaldi
Presidente della Sezione Famiglia e Minori
Corte di Appello di Roma


Fotogallery

   

 

 

 

StampaEmail

Cerca un libro