Che fai tu, luna, in ciel? In Evidenza

104.jpg
Giacomo Leopardi non è solo uno degli autori della letteratura italiana più famosi, ma sembra essere anche uno dei più amati dagli italiani. Sorprende lo straordinario fascino del personaggio Leopardi, inquieto e infelice, ma che sa sedurre come grandissimo poeta, filosofo, filologo, immenso erudito, ma soprattutto come uomo, che parla con passione, dolore e umanità ai giovani di ogni tempo. La sua fu un’esistenza quasi priva di avventure, da cui, però, Leopardi ha saputo interpretare il senso stesso della vita, con temi e situazioni esistenziali ancora perfettamente attuali e il primo, il più distruttivo, è il rapporto con i genitori in sostanza non “cattivi” o trascuranti, al contrario, troppo pre-senti e iperprotettivi, che esigono dai figli di essere gratificati e di non uscire mai dalla loro dipendenza. Questa biografia di Leopardi si basa su una testimonianza unica e sempre viva, la scrittura manoscritta: gli autografi attraverso gli anni e le vicende personali, ma anche le grafie dei suoi familiari, dei suoi amici, di tutti i personaggi che sono stati partecipi in vario modo alla sua vita, dai genitori, il conte Monaldo e la marchesa Adelaide, ai fratelli, gli zii, gli amici, Pietro Giordani, il primo ad intuirne la genialità e la creatività, Fanny Targioni Tozzetti, la donna di cui Leopardi si era innamorato, l’amico Antonio Ranieri, con cui trascorse l’ultima parte della sua vita e da cui fu assistito fino alla sua precoce e straziante morte. L’osservazione di tutte queste grafie ci danno la possibilità quasi di conoscere di persona i personaggi a cui appartengono e di capire con un diverso parametro di analisi le dinamiche tra tutti i protagonisti.
Vota
0 vota
Favoriti:
0

Dettagli della scheda libro

Isbn
9788863211795
Autore

Elena Manetti

Curatore
-
Anno di Pubblicazione
2016
Numero di edizioni
1
Numero Pagine
492
Formato
16x24
Bio autore
Elena Manetti, laureata in Lettere Moderne, diplomata a Parigi presso la Société Française de Graphologie, è vicepresidente Arigraf Nazionale (Associazione di Ricerca Grafologica), direttore responsabile della rivista scientifica specializzata Stilus, percorsi di comunicazione scritta. Già presidente AGP (Associazione Grafologi Professionisti). Docente al corso di “Grafologia generale: dell’orientamento professionale, dell’età evolutiva clinico-valutativa e forense” presso la “Sapienza“ Università di Roma. Tra le pubblicazioni: Espressione della musica e della grafia nel barocco italiano (Giuffrè, 1997), La personalità di Ruggero Giovannelli dall’esame grafologico di un diario sistino (Fondazione Giovanni Pierluigi da Palestrina, 1998), coautrice di Identità, scrittura e segni (CE. DI.S., 2005), La nostra scrittura, un test per riconoscersi (Sovera, 2010), Scrivere e narrare di sé (Biblioteca d’Orfeo, 2011), Mussolini e il suo doppio, i diari svelati (Pioda Imaging, 2012) e autrice di Va pensiero, Giuseppe Verdi, un percorso grafologico-biografico dell’uomo e dell’artista (Pioda Imaging, 2013) Scripta et Sona, storia della scrittura e della semiografia musicale in Italia (Armando editore, 2015), con Carla Poma  Il carteggio verdiano: personalità e scrittura dei protagonisti (Accademia Nazionale dei Lincei, 2015), Osservazioni sulla scrittura dei bambini (Epsylon editrice, 2015).
Link

-

Prezzo
32,00
Dove acquistare

logo-amazon

Ebook

Non disponibile

Altro

-

Cerca un libro