Mitico Charlot... Piccolo comico ... delle grandi fantasie

59.jpg
Prefazione
Nel 1955, Glauco Viazzi, riunendo e completando quanto aveva già fatto uscire a puntate su  Cinema Nuovo, la rivista di Guido Aristarco, pubblicò da Laterza il monumentale e fondamentale Chaplin e la critica dove si dava conto di tutto quanto nel mondo era stato pubblicato sul grande autore e attore cinematografico inglese.Da allora sono passati quasi settant'anni e se di quel libro si volesse fare una riedizione aggiornata ci vorrebbe il doppio delle pagine di allora. Perché la fama, il ricordo, l'influenza di Chaplin sulla storia del cinema e sullo stesso immaginario dello spettatore  rimangono intatti e dunque del Maestro si continua a scrivere e a ragionare. Già Viazzi però nel saggio introduttivo al suo libro osservava che l'immensa mole di scritti da lui catalogata e discussa lasciava aperte (e in parte lascia tuttora) molte direzioni di ricerca. Citava ad esempio il rapporto con il music hall e la pantomima sul quale in effetti non è stato mai condotto uno studio specifico. E, aggiungerei, non basta sbrigare nelle solite due o tre righe biografiche il rapporto con Fred Karno senza mai studiarne a fondo le caratteristiche di produttore teatrale e di scopritore di talenti all'interno di un certo modo di concepire e praticare il teatro di vaudeville, più o meno corrispondente al gusto, ai codici e al tipo di pubblico del nostro scomparso avanspettacolo. (Se mi si consente una piccola digressione, è singolare che, malgrado la nutrita produzione in Italia di libri sul cinema e sullo spettacolo, nessuno abbia mai pensato di tradurre e pubblicare da noi l'unico esauriente e interessantissimo volume sul produttore teatrale britannico: Remember Fred Karno? di Edwin Adeler e Con West pubblicato nel 1939 a Londra dall'editore John Long).
Leggi tutta la prefazione
Vota
★★★★★
2 voti
Favoriti:
0

Dettagli della scheda libro

Isbn
9788853210736
Autore
Enzo Pio Pignatiello, Riccardo Colucci
Anno di Pubblicazione
2014
Numero di edizioni
1
Numero Pagine
220
Formato
15x21
Bio autore
Enzo Pio Pignatiello, classe 1985, foggiano di nascita e romano di adozione, sin da tenera età coltiva una grande passione per il cinema retrò, in particolare quello comico. Di professione archivista e biblioteconomo, coniuga i suoi interessi personali con l'ambiente professionale e con lo studio delle fonti d'archivio. Collabora con la Soprintendenza archivistica per il Lazio, l' Istituto di ricerca per il teatro musicale, la Scuola di cinema Cesare Zavattini ed altri istituti culturali, occupandosi dell'organizzazione di seminari sul rapporto tra musica e settima arte ed adoperandosi, in particolare, per la valorizzazione dei cosiddetti “materiali non filmici”, ossia della documentazione che accompagna la produzione cinematografica permettendo di ricollocare nello spazio e nel tempo l'opera audiovisiva e scoprirne i segreti di fabbricazione.
Bio autore
Riccardo Colucci, reatino di nascita, classe 1983, si diploma nel 2006 in “Strumenti a percussione” presso il Consevatorio di Musica “S.Cecilia” di Roma e nel 2008 consegue la Laurea triennale in “Arti e scienze dello spettacolo – Cinema” con la tesi “Charlie Chaplin e la musica”. Ha suonato con diverse orchestre tra cui l'Orchestra italiana del cinema e l'Orchestra sinfonica dell'International Chamber Ensemble. E' tra i fondatori della Blue Side Big Band, gruppo per il quale ha scritto e arrangiato brani del primo disco omonimo e scrive ed esegue proprie musiche col quartetto jazz “Her blame”. Parallelamente all'attività di percussionista scrive musica per cortometraggi films e cartoons.
Link

Recensione sul sito della SIAE
Leggi la recensione dell'Unità 
Recensione sul Blog Il Magro, il Grasso, il Cretino
Recensione su sagoma.com

Articolo sull'evento 100 anni del vagabondo Gentiluomo sui Diari di Cineclub
Presentazione del libro presso il Caffè Fandango

 

Prezzo
15
Dove acquistare

logo-amazon

Ebook

-

Cerca un libro