Eternamente Charlot

76.jpg
“Eternamente Charlot”, di Enzo Pio Pignatiello e Riccardo Colucci ricostruisce minuziosamente le molteplici sembianze assunte dal grande Mito chapliniano in un secolo intero, secondo le svariate manipolazioni e le molteplici utilizzazioni dei distributori, attraverso i film di montaggio e le antologie che costituirono un fattore assai importante per l’espansione del successo di Charlot, e delinea, perciò, una sorta di analisi al ruolo che questo buffo personaggio con la bombetta ha avuto per la cultura mondiale ed italiana in particolare, osservandolo da un punto di vista totalmente nuovo ed inedito: quello del suo pubblico delle risate collettive e contagiose. Il libro ha inoltre “il merito di affidare ad un simpatico tono discorsivo un inappuntabile rigore filologico che lo rende preziosa e sicura guida ad una nuova comprensione del fenomeno Chaplin, fenomeno che per fortuna non riveste l'ammuffito carattere delle vecchie cose ma costituisce ancora stimolo vivo anche per noi persone di oggi e per la cultura non solo cinematografica del ventunesimo secolo” (Ernesto G. Laura, dalla Prefazione).
Altro filo conduttore di “Eternamente Charlot” è costituito dalla musica e dalle colonne sonore dei capolavori chapliniani. L'amore per la seconda arte accompagnò Charlie Chaplin per tutta la vita, sbocciando già al tempo della sua infanzia e rendendolo partecipe di quella categoria di compositori, che pur non avendo una formazione musicale di tipo accademico, sono riconosciuti come autori a pieno titolo.
Vota
0 vota
Favoriti:
0

Dettagli della scheda libro

Isbn
9788863211276
Autore
Enzo Pio Pignatiello, Riccardo Colucci
Anno di Pubblicazione
2015
Numero di edizioni
1
Numero Pagine
276
Formato
16x24
Bio autore
Enzo Pio Pignatello, classe 1985, foggiano di nascita e romano di adozione, sin da tenera età coltiva una grande passione per il cinema retrò, in particolare quello comico. archivista e biblioteconomo nel settore dei Beni Culturali, coniuga i suoi interessi personali con l'ambiente professionale e con lo studio delle fonti d'archivio. Collabora con la Soprintendenza archivistica per il Lazio, l'Istituto di ricerca per il teatro musicale, la Scuola di cinema Cesare Zavattini ed altri istituti culturali, occupandosi dell'organizzazione di seminari sul rapporto tra musica e settima arte ed adoperandosi, in particolare, per la valorizzazione dei cosiddetti "materiali non filmici", ossia della documentazione accompagna la produzione cinematografica permettendo di collocare nello spazio e nel tempo l'opera audiovisiva e scoprirne i segreti di fabbricazione.
Bio autore
Riccardo Colucci, reatino di nascita, classe 1983, si diploma nel 2006 in "Strumenti a percussione" presso il Conservatorio di Musica "S. Cecilia" di Roma e nel 2008 consegue la Laurea triennale in "Arti e scienze dello spettacolo - Cinema" con la tesi "Charlie Chaplin e la musica". Ha suonato con diverse orchestre tra cui l'Orchestra italiana del cinema e l'Orchestra sinfonica dell'International Chamber Ensemble. E' tra i fondatori della Blue Side Big Band, gruppo per il quale ha scritto e arrangiato brani del primo disco omonimo e scrive ed esegue proprie musiche col quartetto jazz "Her blame". Parallelamente all'attività di percussionista scrive music per cortometraggi films e cartoons.
Link

-

Prezzo
20.00
Dove acquistare

logo-amazon

Ebook

Non disponibile

Cerca un libro